RAPPORTO delle ATTIVITA’ 2004


Nomadi tibetani, Ladakh, agosto 05


24 gennaio 2004

Abbiamo offerto al pubblico una festa tibetana al Mercato coperto di Mendrisio per conoscere la cultura tibetana attraverso bancarelle d’artigianato, libri, fotografie, video, diaporama e materiale informativo vario. Le donne tibetane in Svizzera (TFOS) hanno collaborato con balli e canti tradizionali in costumi originali,e ci hanno offerto una buonissima cena cucinata sul posto. Nel salone sono state esposte su cartelloni testimonianze di donne esuli tibetane. È venuto apposta per la serata il cantante Tashi Dorje che studia canto lirico a Verona. 

Il ricavato della manifestazione (Fr. 6200.-) è stato mandato al Nelenkhang Reception Center di Kathmandu in Nepal, per l’assistenza ai profughi tibetani in fuga dal loro paese. Il centro si occupa di accoglienza medica e sociale, prendendosi cura dei profughi. Un incontro interreligioso e interculturale per una umanità in pace. La manifestazione è stata organizzata dal pastore e professor Giuseppe La Torre. Alla fiaccolata per la pace hanno partecipato rappresentanti delle religioni delle chiese cristiane, dell’Amicizia ebraico-cristiana, delle comunità islamica e indù e un monaco tibetano (ATT). Tutti i membri hanno assistito alla celebrazione interreligiosa e alla presentazione del rinnovato “Manto Mutante”della pace alla chiesa parrocchiale di Mendrisio.


7 marzo 2004

Un incontro interreligioso e interculturale per una umanità in pace. La manifestazione è stata organizzata dal pastore e professor Giuseppe La Torre. Alla fiaccolata per la pace hanno partecipato rappresentanti delle religioni delle chiese cristiane, dell’Amicizia ebraico-cristiana, delle comunità islamica e indù e un monaco tibetano (ATT). Tutti i membri hanno assistito alla celebrazione interreligiosa e alla presentazione del rinnovato “Manto Mutante”della pace alla chiesa parrocchiale di Mendrisio.


10 marzo 2004

In memoria dell’insurrezione popolare di Lhasa del 1959, ogni anno il 10 marzo, viene promossa un’azione internazionale di esposizione della bandiera tibetana, in solidarietà con il popolo tibetano. Su nostra sollecitazione in vari comuni e città della Svizzera italiana hanno aderito: Arogno, Roveredo GR, Mesocco GR.. Dobbiamo constatare purtroppo che le città non hanno partecipato all’azione pacifica.


24 aprile 2004

E`stata organizzata la 2a assemblea annuale dei membri al Palagiovani a Locarno. È stato eletto un nuovo membro di comitato: Linda Broggini. Conclusi i lavori amministrativi, la serata è continuata con la cena tibetana cucinata dal gruppo Dhomey. La giovane cantante tibetana Drukmo ci ha fatto ascoltare canti popolari tibetani tradizionali e moderni. La serata è continuata con il diaporama “Tibet - un viaggio attraverso immagini e suoni” curato da Fausto Sparacino


4 giugno 2004

All’edizione Poestate 2004 è stato invitato attraverso la nostra associazione a partecipare alla tavola rotonda “costruzioni di pace” il professor Chodup. Hanno partecipato oltre il sindaco di Lugano Avv. Giudici, il vescovo Monsignor Grampa, il pastore La Torre, Don Gallo, l’Avv.Najm e Hassan El Araby. Il moderatore della serata è stato G. Dillena (CdT). I partecipanti hanno formulato la loro visione sulla costruzione della pace.


1 - 4 luglio 2004

Su varie richieste dei nostri membri, il Dr Dorjee Rapten Neshar del Tibetan Medicale Center di Bangalore/India è stato nuovamente nostro ospite. Abbiamo organizzato una conferenza sulla medicina tibetana al Centro la Piazzetta a Lugano. Durante la sua breve visita era a disposizione per colloqui e consigli personali.


6 ottobre 2004

Su richiesta dei nostri membri e interessati abbiamo iniziato a Giubiasco un corso annuale di filosofia e pratica buddista tenuto dal Professor Chodup, diviso in due semestri di 12-14 serate a tema. Il Professor Chodup è nato in Tibet nel 1955. Ex monaco buddista tibetano, laureato in filosofia, psicologia buddista, letteratura inglese e sanscrito presso l’università di Sampurnanda Sanskrit University di Varanasi in India.


2 - 3 ottobre 2004

Al collegio St. Eugenio di Locarno, abbiamo organizzato un ciclo, “conferenza e seminario sulla medicina tibetana” in collaborazione con il dottor Pasang Yonten Arya, direttore del New Yuthok Institute for Tibetan Medicine di Milano.Esso ha presentato gli aspetti delle cure mediche tibetane esponendo una conferenza in tema “ punto d’incontro fra la medicina orientale e occidentale”. 
Un giorno intero è stato dedicato al seminario sul Bardo ”meditazione su luce e suono”. Questo corso ha dato l’opportunità di avvicinarsi ad un argomento molto complesso per aiutare a prepararci personalmente oppure ad aiutare una persona vicina ad affrontare un momento inevitabile della nostra vita attraverso la riflessione e la meditazione guidata dallo stesso professor Pasang Yonten. Abbiamo approfondito importanti aspetti del processo del vivere e del morire. 
Il dottor Pasang Yonten è nato in Tibet nel 1955. Ha studiato medicina tibetana dal 1973 al 1977 al Tibetan Medical Institute di Dharamsala/ India, in seguito farmacologia dal 1977 al 1980. Ha insegnato a Ladhak e in seguito ha aperto una clinica nel Punjab. Ha scritto molti articoli come pure un lavoro sulla storia della medicina tibetana.Ora vive a Milano.


19-20-21 novembre 2004

È di nuovo tra noi, come ogni anno al Monte Verità, il Dottor Martin Kalff per una conferenza ”L’insegnamento del Buddha in occidente tra tradizione e rinnovamento”, per proseguire col seminario e meditazione di due giorni “Aprire spazi - curare rapporti”. Al centro di questa meditazione abbiamo trovato cinque diversi tipi di importanti rapporti ai quali dobbiamo dedicare la nostra attenzione. Quelli verso i maestri spirituali ed i genitori, verso la famiglia, verso i rivali, verso persone irriconoscenti e verso individui che a prima vista ci risultano antipatici. Emozioni negative come l’odio e la gelosia possono colpirci in questi rapporti ed ostacolarci nello sviluppo interiore. Al contrario un rapporto quotidiano attento ed armonioso con questi gruppi di persone può risultare particolarmente positivo.


2 dicembre2004

Lama Ngawang Kunga Bista di Lo-Manthang è tornato in Svizzera per informare personalmente padrini e sostenitori sullo sviluppo della sua scuola tibetana Great Compassion Boarding School ,e sulla situazione attuale nel Nepal. In collaborazione con Theo Mossi è stata organizzata una serata pubblica alla Biblioteca cantonale di Bellinzona, come continuazione al Mandala realizzato da Lama Ngawang l’anno precedente. È stato offerto un aperitivo per far incontrare e conoscere Lama Ngawang a tutti i padrini e i sostenitori Dopo di che è stato presentato il documentario su DVD “Emerging Kingdom of Mustang” sulla situazione delle scuole in questa zona del Nepal. Inoltre grazie alla disponibilità della dottoressa Regine Wiessler di Londra abbiamo allestito un’ esposizione fotografica: “Mustang paesaggio e popolazione”.


4 dicembre2004

Abbiamo organizzato un’altra giornata con Lama Ngawang sempre a favore della sua scuola, questa volta a Chiasso presso la casa per anziani Giardino. Tutto il personale della casa è stato eccezionale. Hanno preparato un banco del dolce fornitissimo, con l’aiuto anche di amici esterni. Inoltre c’erano bancarelle di libri, di articoli tibetani, bandiere di preghiera, materiale informativo dei progetti. La giornata si è svolta con un enorme successo. Alla sera si è tenuta una funzione interreligiosa con Don Feliciani e Lama Ngawang alla chiesa parrocchiale di Chiasso. Dopo cena il documentario su DVD “Emerging Kingdom of Mustang” sulla situazione delle scuole in questa zona del Nepal. Abbiamo allestito pure una mostra fotografica sulla regione nepalese.

Per tutti gli interessati che non avessero avuto l’occasione di partecipare alle serate il DVD “Emerging Kingdom of Mustang” è in vendita presso l’associazione a Fr. 30.-


Progetto d’integrazione “Casa delle Culture”

Per promuovere l’integrazione degli stranieri, con il sostegno della Confederazione CFS, abbiamo iniziato, sostenuto e concluso il progetto “Casa delle Culture” a Locarno. Il rapporto finale è a disposizione e puo essere richiesto alla sede.


Progetti sostenuti nel 2004

Sull’arco degli anni passati abbiamo mantenuto il contatto con diverse associazioni che in Nepal ed in India assistono, aiutano e favoriscono l’inserimento nella nuova realtà dei profughi dopo la fuga forzata dalla loro patria. È un compito lungo e gravoso assistere i nuovi esuli, fornire assistenza medica e sociale, offrire una nuova casa ed un lavoro in un mondo per loro totalmente sconosciuto. La nostra associazione contribuisce finanziariamente al sostegno di alcuni progetti: 

Nelenkhang Reception Center di Kathmandu in Nepal: il centro si occupa di accoglienza medica e sociale, prendendosi cura dei profughi e per procurar loro lo status di rifugiato politico. Il centro è sorto per volontà dell’alto commissariato dell’ONU per i rifugiati, dell’Unione Europea, della comunità tibetana residente in Nepal e della American Himalayan Foundation. 

Il Gu-Chu-Sum è un’ associazione di ex-prigionieri politici con sede a McLeod Ganji/Dharamsala in India: l’associazione si prefigge di promuovere la riabilitazione degli ex-prigionieri politici profughi in India e in Nepal affinché trovino un lavoro e possano inserirsi nella vita sociale, di aiutare le loro famiglie, di provvedere alle spese mediche, di finanziare una sartoria creata allo scopo di dar loro lavoro e di appoggiare diversi altri progetti nel campo del reinserimento sociale. Contatto: www.guchusum.org 

Old Aged Home Swayambunath nel Nepal: il centro accoglie degli anziani tibetani assistiti dall’associazione donne tibetane di Kathmandu. 

Il progetto scuola tibetana Tsechen Tharpaling Institute/Great Compassion Boarding School a Lo-Manthang, Mustang/Nepal: sostegno alla scolarizzazione dei bambini tibetani del Mustang con la promozione del padrinato e il sostegno finanziario diretto. 

Il progetto Manjushri Di-Chen Buddhist Learning Center, per giovani monaci, a Pharbing, Kathmandu/Nepal. 

Documentazioni e informazioni dettagliate ed aggiornate dei progetti sostenuti sono a disposizione alla sede della nostra associazione e possono essere sempre richieste.


Condividi